CANELLA

DAVIDE CANELLA  – Candidato in Consiglio Comunale a Ferrara in Coalizione Civica

Prima di spiegare il percorso politico e di avvicinamento al gruppo di Coalizione Civica, permettermi una mia rapida presentazione. Mi chiamo DAVIDE CANELLA, ho 33 anni e sono un libero professionista in ambito commerciale e marketing. Abito da sempre a Baura, dove organizzo attività sportive e socio-ricreative nella ProLoco del paese.

L’origine del mio senso civico…

Ho iniziato ad interessarmi al progetto della lista civica grazie all’attività politica e amministrativa di mio padre, Dott. Lamberto Canella, membro della ex Circoscrizione Nord-Est di Ferrara e in seguito della Giunta consiliare della Provincia di Ferrara.
Fin da piccolo mio padre mi ha educato ai valori della Costituzione Italiana, ragion per cui ho deciso di iscrivermi a 17 anni ad un’associazione di volontariato di Protezione Civile; della quale oggi faccio ancora parte.
Milite esente (per ragioni di studio universitario) ho continuato a svolgere il mio impegno civico partecipando a svariate emergenze locali e nazionali.

 

Come semplice cittadino può non essere sufficiente…

A ottobre 2018 ho preso parte ai primi incontri del gruppo ferrarese “La Città che Vogliamo”, un’associazione aperta e apartitica finalizzata a valutare, attraverso l’ascolto con la cittadinanza, forme di miglioramento della vita cittadina; in questo contesto ho portato l’attenzione verso la periferia, un’importante porzione di territorio trascurata dall’Amministrazione comunale, dopo lo scioglimento delle circoscrizioni nel 2009.

Ho scelto di continuare per non buttare quanto portato avanti sinora…

Ho deciso quindi di proseguire oggi il mio impegno aderendo come candidato in Consiglio Comunale nell’attuale lista Coalizione Civica a supporto di Roberta Fusari – Sindaca, in posizione neutrale e alternativa rispetto a tutti gli altri partiti politici in corsa alle prossime amministrative a Ferrara.

Ho preso parte a questo importante progetto, nato proprio dal gruppo “La Città che vogliamo”, per portare l’attenzione verso esigenze e problematiche che interessano più da vicino le comunità periferiche del Comune di Ferrara.

Le mie battaglie, spesso in prima linea…

Ciò che furono alcuni degli obbiettivi di mio padre, scomparso 10 anni fa, sono anche per me motivo di impegno sul territorio: in particolare problemi di viabilità sulle strade, quali Via Pontegradella a Baura, Via Dell’Unione a Correggio e Via Palmirano a Cona. Oppure problemi legati alla ma-gestione dei rifiuti civili (spesso anche industriali) che vandalizzano le campagne tra Correggio e Codrea.

Facebook è diventato il canale non solo per denunciare pubblicamente questi problemi ma per invitare la collettività a prendere parte ad azioni di protesta civica e pacifica.

In questi anni ho organizzato giornate ecologiche per la raccolta di rifiuti a salvaguardia dell’ambiente assieme alla cittadinanza; incontri di valorizzazione e protezione della fauna; sopralluoghi valutativi con assessori e tecnici comunali per modificare l’urbanistica e servizi annessi dell’abitato di Baura e altri paesi, ormai ferma al secondo dopoguerra, oltre a progetti di riqualificazione commerciale per negozi ed esercenti di periferia, vittime dello stesso fenomeno di desertificazione che interessa il centro storico di Ferrara.

;

UN FOCUS SUI TEMI CHE SEGUO CON MAGGIOR ATTENZIONE:

Desertificazione commerciale e mobilità più attenta ai cittadini

Il grave fenomeno della desertificazione commerciale interessa non solo il centro storico di Ferrara, ma anche le località limitrofe dove -al contrario della città, le distanze si accorciano grazie ad una mobilità urbana ben strutturata- la scarsità di prodotti e servizi (specie quelli di prima necessità) costringono molte persone a scomodi spostamenti.

PROPOSTE

Occorre incentivare nuove attività commerciali in loco, detassandole nei primi anni di startup e offrendo loro agevolazioni e servizi collaterali di supporto, come parcheggi auto adiacenti, servizi di internet veloce e formule di incoraggiamento ad una produzione/commercio a km zero. In alternativa incentivare la mobilità gratuita (mini bus) per le fasce sociali più deboli e “Green” (come piste ciclabili) verso i luoghi commerciali più vicini (non solo urbani), consentirebbe alle persone di vivere una vita meno sedentaria e più sana.

Viabilità stradale, sicurezza e anti bracconaggio assente

Con un territorio comunale che si estende in oltre 400km² di superficie e con più di 50 frazioni, appare evidente che, per Ferrara e provincia, viabilità e pubblica sicurezza sono due temi molto complessi. Il tessuto urbano ferrarese è caratterizzato da strade affiancate da scoli, fossi e canali impiegati per far defluire le acque meteoriche, ma anche per irrigare i campi circostanti. La pesante attività di drenaggio primaverile ed estiva causa smottamenti e cedimenti del manto stradale, che rappresentano un serio pericolo per tutti gli automobilisti. Inoltre è molto sentita la mancanza di Polizia Municipale o Provinciale, al fine di garantire sicurezza stradale, soprattutto in prossimità di scuole. Infine anche il territorio comunale (in particolare Baura, Viconovo e Quacchio) è minacciato dal grave fenomeno del bracconaggio ittico, dove i pescatori di frodo operano il totale libertà per l’assenza di controlli delle forze dell’ordine.

PROPOSTE

Chiedere alle autorità preposte di controllare le località a giorni alterni garantirebbe maggiore sicurezza e controllo del territorio, oltre ad offrire un buon punto di partenza per capire più da vicino le esigenze della cittadinanza, le priorità di intervento rispetto ad altre località e rendicontare in bilancio interventi sanatori o di mitigazione dei rischi

Ferrara: Capitale del Verde… ma senza dimenticare la periferia!

Il verde della natura e la campagna ferrarese rappresentano un patrimonio importante, sul quale far leva per incentivare nuove forme di turismo “Green”. La recente mala-gestione dei servizi ambientali (da un punto di vista amministrativo-comunale) ha lasciato spazio a fenomeni allarmanti di abbandoni e scarifichi abusivi, potenzialmente in grado di danneggiare l’ecosistema locale nel corso dei prossimi anni.

PROPOSTE

occorre rivedere politiche di gestione dei rifiuti, delineare un’educazione ambientale che parta dalle scuole e coadiuvare gli operatori ecologici comunali con giornate ecologiche, prima che il verde fagociti la spazzatura. Oltre alla cittadinanza ne beneficeranno agriturismi, B&B, ristoranti tipici ma anche botteghe locali, aziende agricole; che da anni lavorano duramente per portare il turismo oltre le mura cittadine.

Antiche tradizioni e competitività sportive da salvaguardare

Le tradizioni locali di un tempo rappresentano un prezioso patrimonio storico che le nuove generazioni hanno il dovere di salvaguardare. Un impegno oneroso, ma fondamentale in un mondo in costante evoluzione culturale e tecnologica. Feste, fiere e sagre di paese sono il vettore giusto per tramandare gastronomia tipica, feste religiose e giochi del passato.

PROPOSTE

Occorre garantire spazi idonei alle attività sportive, soprattutto nelle località di periferia più soggette a degrado e trascuratezza da parte dell’amministrazione comunale. Infine occorre sovvenzionare o predisporre forme di rimborso “vincolato” delle spese vive per lo svolgimento di attività sportive e socio-culturali di Parrocchie, Pro Loco e associazioni sportive che a fatica si reggono sulla sola forza lavoro, insostituibile, del volontariato locale.

Ci ho messo la faccia, il cuore e le energie a mio avviso necessarie. Mi sono impegnato a fondo, ma forse come semplice cittadino non è abbastanza per ottenere risultati tangibili e immediati.
È per questo motivo, che

CHIEDO attraverso il TUO VOTO

di credere in una persona attiva sul territorio e dare così la forza di continuare questo impegno con occhi nuovi e al fianco di persone oneste e competenti, iniziando ora e portandola fin oltre il prossimo mandato elettorale.

COME SI VOTA?

Si vota Domenica 26 Maggio 2019 dalle ore 7 alle 23, su
SCHEDA AZZURRA.

Per votare è sufficiente tracciare una croce sul simbolo di COALIZIONE CIVICA (la lista a supporto di Roberta Fusari – Sindaca), scrivendo accanto il mio nome e/o cognome.

DAVIDE CANELLA

Vorresti avere maggiori informazioni?

Scrivimi un’email per chiedermi informazioni, approfondimenti o per proporre idee!

14 + 5 =

committente responsabile Leonardo Fiorentini

Pin It on Pinterest